ROSAeNERO il Festival delle Narrazioni al Femminile presenta 

Domenica 25 novembre 2018 ore 17.00
Sala Prof. Marco Biagi 
Complesso del Baraccano
Bologna Via Santo Stefano 119 

“C’E’ CHI DICE NO alla Violenza sulle Donne” manifestazione contro la violenza di genere, contro la violenza sulle donne, durante la quale verrà presentato in anteprima nazionale il trailer del film
“CREDO IN UN SOLO PADRE”
Soggetto e sceneggiatura originali di Luca Guardabascio e Michele Ferruccio Tuozzo
Regia di Luca Guardabascio ( una produzione Around Culture s.r.l.)

“Credo in un solo Padre, è la sofferta preghiera che una donna recita per scongiurare l’ennesima violenza del suo carnefice. E’ un grido di dolore, come quello di tutte le donne e le persone vittime di violenza presenti in questo film originale, che muove i primi passi nel territorio minato di un sistema patriarcale sordo anche ai richiami della vera Fede..”
(Basato su fatti realmente accaduti)

Saranno gli uomini a dar voce e a metterci la faccia nella campagna 2018-2019 lanciata da ROSAeNERO, Festival delle Narrazioni al Femminile, sotto la Direzione artistica della giornalista Serena Bersani, con il coordinamento dell’Associazione Bellavista, che culminerà in un evento organizzato a Bologna in occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne.

Saranno sempre gli uomini a dare vita all’evento del 25 novembre che verterà sulla tematica “Contro la violenza di genere, contro la violenza sulle donne”. Oltre alla mostra fotografica, che verrà inaugurata lo stesso giorno, verrà presentato in anteprima nazionale il trailer del film “CREDO IN UN SOLO PADRE” Contro la violenza di genere, contro la violenza sulle donne.
Soggetto e sceneggiatura originali di Luca Guardabascio e Michele Ferruccio Tuozzo
Regia di Luca Guardabascio ( una produzione Around Culture s.r.l.)
“Credo in un solo padre”, film la cui uscita è prevista tra la fine del 2018 e inizio del 2019, tratto libramente dal romanzo di Michele Ferruccio Tuozzo “Senza far rumore”, affronta il dramma della violenza sulle donne. Nel cast Massimo Bonetti, Flavio Bucci, Donatella Pompadour, Roberto Ciufoli e Francesco Baccini, che è anche autore della colonna sonora.

#cèchidiceno è l’hastag che accompagnerà immagini e video di uomini celebri e non, disposti a scendere in campo in prima persona in difesa delle donne e per una cultura del rispetto. Ritratti di uomini famosi come scrittori, accademici, atleti, attori di cinema e teatro, giornalisti, insegnanti, artisti, cantanti e DJ che insieme hanno prestato il loro volto e le loro parole all’obiettivo della fotografa Tiziana Marongiu, la cui mostra, organizzata per l’occasione, verrà inaugurata proprio il 25 novembre, GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE.

A tale scopo giovedì 20 novembre Tiziana sarà presente negli spazi della Coop Centro Lame di Bologna per uno shooting a cui potranno partecipare anche gli avventori del centro commerciale.

Relatori e ospiti
ROSA MARIA AMOREVOLE Presidente Quartiere Santo Stefano
SERENA BERSANI Giornalista e direttore artistico ROSAeNERO
GIANNI PAGLIAZZI Produttore Around Culture srl
FRANCESCO BACCINI Attore—Musicista
MASSIMO BONETTI Attore
FRANCESCA CARDINALE Attrice
TIZIANA MARONGIU Bellavista Associazione—Fotografa
MARA CINQUEPALMI Giornalista G.i.U.L.i.A
ALESSANDRA LEPRI Giornalista

L’evento è patrocinato dal Comune di Bologna Quartiere Santo Stefano
Con la collaborazione e il sostegno di :
AROUND Culture SRL
COOP ALLENZA 3.0
G.i.U.L.i.A Giornaliste italiane Libere e Autonome
ASER Associazione Stampa Emilia Romagna
AICS Comitato Provinciale di Bologna
Baraccano Casa delle Associazioni

 

 

Scritto da:

jb2qozub

Anaizit il " garzone di bottega"  che usa la fotografia e - a volte - anche le parole, per scrutare il mondo  e l'animo umano, e che ancora tanto deve imparare. Porta dentro fin da piccola “ un  fuoco" mai spento, alimentato costantemente  dalle migliaia di libri letti, dalla passione per i viaggi in luoghi inesplorati e da persone e situazioni che solo attraverso i racconti e le immagini dei fotoreporter - in particolare le donne - in giro per il mondo ha avuto modo di conoscere. Avrebbe voluto intraprendere e - senza ombra dubbio - la  strada del fotoreporter. Riempire lo zaino di attrezzature fotografiche e partire. Ma la vita a un certo punto l’ha fermata ipotecandole i sogni e il futuro. Pensa però che la passione, anche se sopita dalle responsabilità, continui a circolare come il sangue nelle vene, mantenendo viva e accesa la fiammella dell'emozione dello scatto, del fermo immagine, di quel momento magico che solo la macchina fotografica, come un prezioso quaderno degli appunti, può dare.

Fotografa sempre con l'anima, il tuo corpo e i tuoi occhi sono solo strumenti per eseguire i suoi ordini.
( Anaizit per Book Pusher 2018 - Giulio Perrone Editore)