Io UOMO CI METTO LA FACCIA e dico NO alla Violenza sulle Donne

Gli uomini che hanno messo la faccia per #cèchidicenoallaviolenzasulledonne #iouomocimettolafaccia.

La mostra fotografica è definitivamente allestita in modo permanente e visitabile nella Sala Nanì al Baraccano – Casa delle Associazioni in via Santo Stefano 119 a Bologna. 

Oltre a vedere la mostra – al bar si mangiano delle buonissime lasagne – si può scegliere tra una miriade di eventi, corsi, presentazioni, proiezioni…e tanto altro ancora. In questa grande casa dalle molteplici attività culturali, gestita da AICS Bologna dove in rete con 30 associazioni del territorio, si condivide tutti insieme la difesa delle donne per una cultura del rispetto. 
Lasciate un vostro pensiero, mi fa piacere conoscere le vostre opinioni, sul taccuino nero che trovate appeso alla maniglia della finestra. Ma soprattutto scattatevi un selfie postatelo sulle nostre pagine social facebook e Instagram RosaeNero Festival delle Narrazioni al Femminile con l’hashtag #cèchidicenoallaviolenzasulledonne  per continuare un lavoro appena iniziato!! Dobbiamo diventare tanti, una marea umana che ci mette la faccia e DICE NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE . Perché quando si muovono le maree qualcosa accade.

Grazie a tutti 

 

FRANCESCO BACCINI CANTANTE
MASSIMO BONETTI ATTORE
DONATO FRANCESCO BIANCO GIORNALISTA TITOLO TV
MORENO BARBI PUGILE E INSEGNANTE
MASSIMO MACCHIAVELLI ATTORE TEATRALE
CALOGERO LILLO PASSARELLO OZ- EDEN BOLOGNA
SOUL BOY RAPPER
ROSTAND MELAPING JUDOKA OLIMPICO
FRANCESCO VITUCCI ACCADEMICO
VALERIO VARESI GIORNALISTA E SCRITTORE
FRANZ CAMPI AUTORE INTERPRETE TEATRO CANZONE
MARIO DEC GOPANEEL CARLINI FOTOGRAFO GETTY IMAGE
ERALDO TURRA GEMELLI RUGGERI
SANDRO GALLO MEDICO CHIRURGO

Scritto da:

jb2qozub

Anaizit il " garzone di bottega"  che usa la fotografia e - a volte - anche le parole, per scrutare il mondo  e l'animo umano, e che ancora tanto deve imparare. Porta dentro fin da piccola “ un  fuoco" mai spento, alimentato costantemente  dalle migliaia di libri letti, dalla passione per i viaggi in luoghi inesplorati e da persone e situazioni che solo attraverso i racconti e le immagini dei fotoreporter - in particolare le donne - in giro per il mondo ha avuto modo di conoscere. Avrebbe voluto intraprendere e - senza ombra dubbio - la  strada del fotoreporter. Riempire lo zaino di attrezzature fotografiche e partire. Ma la vita a un certo punto l’ha fermata ipotecandole i sogni e il futuro. Pensa però che la passione, anche se sopita dalle responsabilità, continui a circolare come il sangue nelle vene, mantenendo viva e accesa la fiammella dell'emozione dello scatto, del fermo immagine, di quel momento magico che solo la macchina fotografica, come un prezioso quaderno degli appunti, può dare.

Fotografa sempre con l'anima, il tuo corpo e i tuoi occhi sono solo strumenti per eseguire i suoi ordini.
( Anaizit per Book Pusher 2018 - Giulio Perrone Editore)