I giorni passano troppo in fretta mangiati dalla forza delle abitudini, e l’attesa di un giorno migliore rende il presente un luogo insignificante.
Forse è questa la vera sfida di ogni giorno: trovare un significato nel presente.
#anaizitphoto #istantaneeenarrazioni #movingimage #narrazionifotografiche

ANAIZIT photo
Place: Ancona
Music: Luigi Tenco Un giorno dopo l’altro
**
“Un giorno dopo l’altro”, cantata da Luigi Tenco, venne utilizzata nel 1966 come sigla di apertura e chiusura della seconda serie dello sceneggiato televisivo della RAI “Le inchieste del commissario Maigret” tratte dai romanzi di Georges Simenon; la canzone era la versione italiana, con testo scritto dallo stesso Tenco, della canzone francese “Le temps file ses jours” di Jacques Chaumelle. Luigi Tenco incise pure la versione francese della canzone ma questa non venne mai pubblicata su disco e solo molti anni dopo recuperata all’ascolto degli appassionati. Una canzone di straordinaria e struggente bellezza, carica di malinconiche suggestioni (e con un testo italiano magnifico intorno al dramma esistenziale di un uomo), tra le più belle mai incise dal cantautore genovese. “Un giorno dopo l’altro” venne pubblicata a 45 giri su etichetta RCA Italiana come Lato B di “Se sapessi come fai”. Il brano fu tradotto in inglese da Earl Shuman con il titolo “One Day Is Like Another” ed incisa da Perry Como. Altre cover significative sono quelle di Mia Martini, La Crus, Bruno Lauzi e Claudio Baglioni.
(fonte Google)